El kautsate ruse e l'anéa d'aldžentu 'ndurá

Le calze rosse e l'anello di argento dorato

Durata: 30 min. - bianco e nero - 4:3 DVD Pal
Anno: 2008
Genere: cortometraggio storico

 

E' il primo ed unico documentario in dialetto ormeasco prima dell'era moderna. La farsa, scritta da Pin Kamponyu (probabilmente uno pseudonimo di un autore ormeese dell'epoca) nel 1863, è ambientata nell'Ormea del 1817, nei caratteristici vicoli del centro storico della città dell'Alta Val Tanaro, in provincia di Cuneo. Quella raccontata è la storia di tradimenti falliti e di donne sagge sullo sfondo di un contesto sociale, quello dei primi dell'Ottocento, in cambiamento a causa dell'insediamento delle prime fabbriche in una realtà contadina.
La compagnia teatrale dialettale degli "Irriducibili" ha deciso di riproporla in veste di cortometraggio, con l'intento di preservare l'opera e di documentare in video la particolarità della lingua ormeasca che risulta difficilmente comprensibile anche per gli abitanti delle zone vicine, contaminata com'è dal dialetto piemontese, da quello ligure, dalla lingua francese e persino da quella araba, retaggio dell'antica dominazione saracena. Per questo la scelta è stata quella di recitare la farsa nell'ormeasco antico previsto dal copione originale, con i sottotitoli in lingua italiana per una maggiore fruibilità dell'opera. Le riprese sono state effettuate seguendo l'ambientazione del copione originale, riproponendo luoghi ed ambienti dell'Ormea di inizio ottocento.

 

Trascrizione e adattamento: Mirco Rizzo
Sceneggiatura: Erika Peirano
Riprese: Dario Aimonetto, Remo Schellino
Fonico: Remo Peirano
Segreteria e redzione: Tatiana Suhani
Montaggio: Remo Schellino, Erika Peirano
Musiche: Alessandro Gasloni
Fotografi di scena: Pietro Schellino e Mirco Rizzo
Regia: Remo Schellino

 

€ 15,00 + spese postali

 

» Elenco dei docufilm della Polistudio

©2022 POLISTUDIO di Remo Schellino Tutti i diritti riservati
Fraz. Naviante, 19 - Farigliano (CN) P.Iva: 02652490042